Il blend Pascucci Bio vince il Gold Award 2021, premio internazionale riservato alle eccellenze nel campo del Biologico.

Questi riconoscimenti non fanno altro che spingerci a puntare sempre di più sul Biologico, un argomento che ci è caro ormai da tanti anni.

https://organic-newspaper.com/caffe-pascucci-fresh-aromatic-primitive-organic-coffee-beans/

MAMA AFRICA

Mama Africa è un progetto rivoluzionario, biologico e sostenibile che nasce nel cuore dell’Africa.

La scintilla è scoccata in Burundi, un piccolo produttore di caffè. È uno dei paesi più poveri del mondo, il caffè è una delle poche fonti di sostentamento e rappresenta l’80 per cento del Pil del Paese. Il Burundi oggi produce solo caffè lavati, nell’area di Kayanza abbiamo creato insieme a Shamba un centro sperimentale denominato Kawasili.

In questo centro di analisi e controllo, di raccolta, ma soprattutto di relazione quotidiana con gli agricoltori, si apporta conoscenza e formazione agricola con lo scopo di ottenere delle importanti quattro rivoluzioni

La prima rivoluzione è quella di lavorare un caffè del Burundi con il metodo naturale, un prodotto che oggi sul mercato non esiste. La seconda rivoluzione è quella di sensibilizzare ed aiutare direttamente gli agricoltori ad unirsi in cooperative organizzate. Questo sistema di condivisione tipico delle comunità dell’America Latina non è diffuso o per nulla conosciuto in Africa, dove il piccolo agricoltore svende ancora il proprio raccolto, spesso ottenuto in modo primitivo, al primo commerciante che passa.

La terza sarà quella di aiutarli nella certificazione biologica. Quasi tutti i piccoli produttori in Burundi non fertilizzano e non utilizzano antiparassitari. Per questo sono già quasi tutti dei produttori di biologico ma non sanno di esserlo e non sanno che il loro prodotto può avere più valore. Kawasili si occuperà di certificarli. La quarta rivoluzione sarà nel pagamento: troppo spesso, una volta che gli uomini burundesi incassano il denaro dalla vendita dei loro prodotti agricoli si recano in città e sperperano la maggior parte dei proventi. Per tentare di intervenire su questo problema si agisce in modo nuovo ma già sperimentato e funzionante. Prima dell’accordo si interpella la famiglia intera, alla presenza del padre ma anche dei figli e soprattutto della madre. La famiglia viene informata che portando il loro caffè a Kawasili, otterranno una migliore remunerazione ed altri importanti vantaggi. L’uomo deve promettere di fronte a testimoni di essere disposto ad accettare che sia la moglie ad incassare la somma dovuta o che comunque sia messa a conoscenza sulla cifra che spetta alla famiglia nel momento in cui Kawasili li pagherà, deve essere d’accordo che la moglie partecipi con lui al momento del pagamento. Questo metodo è stato formalizzato insieme ad Avsi, un’organizzazione no profit che realizza progetti umanitari e di sviluppo.

Crediamo che le comunità più ricche e coscienti come quella europea, possano e debbano agire direttamente sui territori meno sviluppati apportando sostegno soprattutto agricolo e reimpostando il vecchio criterio del devolvere per trasformarlo nel principio di apportare. E sostenere e partecipare in modo diretto con una presenza reale, una presenza innanzitutto fisica, offrendo conoscenza, esperienza, metodo e supporto tecnico. Questa azione partecipativa può contribuire ad un importante cambiamento. Può far crescere un’evoluzione che conduce al miglioramento delle prospettive di vita in loco. Questo miglioramento può produrre una riduzione delle percentuali di migrazione contrastando lo spopolamento delle campagne e tutelare l’appartenenza al luogo d’origine. Crediamo che questa appartenenza possa essere una ricchezza culturale e, in futuro, anche economica.

Pascucci con la sua presenza diretta monitorerà i cambiamenti e le evoluzioni del prodotto, rafforzando l’interazione ed il rapporto diretto con gli agricoltori. Questa interazione aumenta le loro capacità produttive e di crescita sociale e nel contempo consente a Pascucci di ottenere un prodotto qualitativo sempre più pregiato, un caffè secondo le nostre esigenze, certificato, naturale, dal valore più elevato.

Seguite le istruzioni per ottenere una ottima tazza di caffè

Di cosa avete bisogno:

  • una bilancia, un buon grinder, un bollitore “kettle” adatto per il versaggio dell’acqua, la vostra caffettiera con filtro in acciaio ed un cronometro
  • 400 ml di acqua dai 90 ai 94 gradi (evita l’acqua del rubinetto, usa un’acqua con un buon bilanciamento tra sali minerali)
  • 25 grammi di caffè macinato “grosso”, tostato “chiaro”

Ricorda: il filtro in acciaio trattiene fino a 300 micron… se macini il caffè troppo fine, troverai il macinato nella tua bevanda!

  • Riponete il filtro in acciaio sopra la vostra caffettiera;
  • risciacquate abbondantemente con acqua calda, per scaldare filtro e caraffa, gettate l’acqua;
  • mettete il caffè macinato nel filtro, livellatelo bene e riponete tutto sulla bilancia;
  • pronti con il cronometro? Via!
  • Versate i primi 50 grammi di acqua, bagnando bene tutto il caffè ed attendete 30 secondi;
  • versate altri 115 grammi di acqua ed attendete 20 secondi;
  • altri 115 grammi, altri 20 secondi;
  • altri 120 grammi… finito!

Se macinatura e temperatura sono corrette, dovreste impiegare in totale dai 3 ai 4 minuti. Altrimenti… aggiustate la macinatura.

Togliete il filtro in acciaio, risciacquatelo immediatamente mentre aspettate che il vostro caffè si raffreddi un pochino. Servite in tazze calde.

PULIZIA E MANUTENZIONE

  • Prima di eseguire l’operazione di pulizia, attendere che la caffettiera si sia raffreddata dopo uso.
  • Pulire periodicamente l’interno del tubo di distribuzione.
  • Dopo un periodo di tempo, l’imbuto e la guarnizione invecchiano. Sostituire se sono presenti segni di usura o deterioramento. Utilizzare solo guarnizioni e imbuti disponibili presso i centri tecnici autorizzati o per gli originali forniti.
  • Ogni tanto controllare che i fori nel filtro del disco non siano bloccati; se necessario pulire utilizzando un perno.
  • Non lavare la macchina per il caffè nell’acqua del piatto.

SICUREZZA

  • Accertarsi che il getto di vapore sia diretto lontano dall’utente.
  • Utilizzare la caffettiera solo per lo scopo per cui è progettata.
  • Non toccare le superfici calde, utilizzare la maniglia e la manopola.
  • Non utilizzare la caffettiera senza acqua nella caldaia.
  • Utilizzare solo pezzi di ricambio prodotti dal produttore GAT in base al modello scelto.

Sostieni PROGETTO LIBANO!

Un programma a sostegno delle produzioni biologiche nell’antica terra dei cedri.

Questo progetto nasce per sostenere la produttività biologica nel paese più verde e rigoglioso del Medio Oriente, una nazione stupenda che sta vivendo una forte difficoltà economico sociale.

La nostra volontà, per quanto possibile, è quella di far crescere quella parte di economia sana che fonda le sue radici nell’agricoltura naturale.

I frutti di questa terra si distinguono per il loro sapore “passito”, estremamente dolce e maturo.

Con i succhi del Libano sosterrai il biologico e la crescita economica di questo paese.

SIERRA NEVADA DE SANTA MARIA

Sierra Nevada de Santa Marta è il più alto massiccio montuoso della Colombia, all’estremità delle Ande. In questo luogo unico e incontaminato vivono le ultime tribù indigene: gli Arhuaco, i Wiwa, i Kogi e i Kankuamo. Quattro popoli distinti ma uniti tra loro da legami indissolubili. Per gli indigeni, la Sierra Nevada de Santa Marta è il cuore del mondo. E’ circondata da un’invisibile “linea nera” che abbraccia i siti sacri degli antenati e demarca il territorio. Tuttavia non vi sono confini nella loro concezione dell’esistenza dove l’energia scorre fluida tra corpi ed anime in un’armonia perfetta. I Mamo, capi spirituali, curatori e consiglieri, ristabiliscono l’armonia del tutto quando l’equilibrio si spezza. Alla base del loro vivere vi è un senso di pace e spiritualità. Laghi, fiumi, colline e montagne sono incarnazioni di dei e creatori. Per questo il senso di fraternità trascende ciò che è meramente umano e si fonde con la natura, in un tutto apparentemente semplice.

VARIETA’: Caturra – Catuaì

LAVORAZIONE: lavato

PUNTEGGIO GIURIA INTERNAZIONALE: 86.57

CHACARA VISTA ALEGRE

Storia della fattoria

Il produttore José Renato Rodrigues Alves, 24 anni, proviene da una famiglia di produttori di caffè. La sua storia inizia quattro anni fa, quando è stato entusiasta di aver vinto il quinto posto nell’edizione 2014 della Cup of Excellence. Ha rilevato la fattoria da suo padre, che aveva dei problemi di salute che gli impedivano di continuare a lavorare nei campi. I suoi genitori pensavano che fosse pazzo a portare quell’anno un lotto di caffè nella principale competizione di caffè del paese, perché nessuno dei due aveva idea che il caffè che coltivavano da generazioni fosse una specialità. Grazie a Dio e all’amore che ha sempre unito la sua famiglia, tutto è andato bene. Con il premio e i guadagni derivanti dal caffè, José Renato ha apportato alcuni miglioramenti alla fattoria e ha restaurato la casa dei suoi genitori. E’ andato oltre ai campi di caffè. Sta costruendo la sua famiglia. Oggi, lui e sua moglie, Tainã, hanno il piccolo Benjamin, un anno, il loro futuro coltivatore di caffè. La famiglia ha 2,5 ettari di caffè che coltivano da soli e uno in più che hanno piantato quest’anno.

Metodo di lavorazione del caffè

Il caffè è stato raccolto selettivamente a mano, quindi lasciato in vasche ombreggiate senza acqua per un periodo di 24-36 ore, durante il quale la temperatura è stata monitorata. Le ciliegie di caffè più dense sono state rimosse e portate nei letti africani per classificare solo quelle più mature; le ciliegie verdi sono state rimosse. Il caffè è stato steso su pati di cemento in strati medio-sottili per l’essiccazione. Successivamente, questo lotto è stato trasferito in una scatola per riposare al 13,5% di umidità. Pochi giorni prima della lavorazione, è stato nuovamente steso sul patio sotto il sole per raggiungere l’umidità ideale.

Caratteristiche dell’organizzazione:
Fattoria: Chácara Vista Alegre
Agricoltore: José Renato Rodrigues Alves
Città: Piatã – BA
Regione: Chapada Diamantina
Paese: Brasile
Altitudine: 1268 m s.l.m.

Caratteristiche del caffè:
Varietà: Catuaì 144
Processo: Naturale

Descrizione:

AROMA: Baccello di vaniglia, pesca, mela rossa, moscato, melone, molto complesso, guava, pera cinese, albicocca, lampone, mirtillo, miele, melone verde, cardamomo, fico e prugna, miele di latte alla fragola, cremoso

ACIDITA: Delicata, limpida, ananas, lattica, rosa canina

ALTRO: Corpo allungato, frutta da gialla a rossa, prugna e fragola, viscoso, molto complesso, morbido, elegante, sapori puliti di frutta, ben equilibrato

VARIETA’: Catuai

LAVORAZIONE: lavato

PUNTEGGIO GIURIA INTERNAZIONALE: 88.14

VARIETA’: Bourbon

LAVORAZIONE: lavato

PUNTEGGIO GIURIA INTERNAZIONALE: 85.94