Nutrire il pianeta… di giustizia economica

EXPO 2015 è incentrato sul tema “Nutrire il pianeta”. Ogni impresa del settore alimentare deve e dovrà attrezzarsi per migliorare la propria capacità produttiva facendo attenzione alla qualità e alla reperibilità della materia prima. Il biologico e l’equo solidale sono i percorsi che abbiamo scelto per il nostro futuro. Il biologico perché siamo convinti che sia il cammino imprescindibile per ottenere una materia prima buona, originale e sana, coltivata nel rispetto dell’ambiente. Siamo altresì certi che, se una minima parte degli investimenti destinati all’agricoltura convenzionale fossero reindirizzati alla ricerca e alla tecnologia per incrementare la capacità produttiva del biologico, la natura sarebbe in grado di fornire da sé, senza bisogno di alternarne il corso, le quantità necessarie a soddisfare i bisogni dell’intera popolazione. L’equo solidale perché crediamo che il futuro debba essere fatto dagli uomini e non dalla finanza; perchè interagire direttamente coi produttori, stringendo loro la mano, permetterà lo scambio di informazioni necessario al miglioramento della qualità di vita di tutti. Nell’ambito di questi percorsi siamo orgogliosi di partecipare alla 7a conferenza regionale del commercio equo e solidale delle Marche che si terrà venerdì 5 giugno nella sala conferenza della biblioteca MEMO in Piazza Amiani a Fano(PU). Oggi siamo stati inoltre felici di ricevere nella nostra sede la visita di Byron Garcia, rappresentante della Cooperativa San Francisco de Asis di La Union (Guatemala), e Godfrey Sengendo, rappresentante della Tweyanze Development Agency del distretto di Luwero (Uganda), accompagnati da Massimo Mogiatti e Matteo Graziosi della Cooperativa Shadhilly, organizzazione no profit che da tempo è in prima linea nello sviluppo di un commercio del caffè che sia equo e solidale.